Leonardo Frigo, artista vicentino che dipinge i canti della Commedia di Dante su dei violini

L’artista Leonardo Frigo ha illustrato l'Inferno su trentaquattro violini con simboli, scene e personaggi chiave tratti dal poema

I violini di Leonardo Frigo

I violini di Leonardo Frigo

Redazione 11 gennaio 2021

In occasione del settecentenario della morte di Dante Alighieri, l’artista vicentino Leonardo Frigo, ha deciso di unire il suo amore per la musica e per l’arte allo scopo di omaggiarlo e celebrarlo con delle illustrazioni della Divina Commedia dipinte a china su 33 violini e un violoncello, che rappresentano ciascuno un canto e che sulla loro superficie presentano simboli, scene e personaggi chiave tratti dal poema.

 

Qualche anno prima Leonardo ha peraltro realizzato una serie di violini dedicata ad Antonio Vivaldi, a Pompei e ai sette vizi capitali.
Un'opera certosina che ha richiesto all’artista uno studio e un impegno durati ben cinque anni e che è stata presentata in anteprima al museo Royal Institution of Great Britain, poi ad Harrods e all'evento Bond Street Awards a Londra.

 

Lo scopo principale della sua opera, dice Leonardo, è quello di promuovere e condividere la cultura italiana nel mondo. “L'Inferno di Dante mi ha sempre ispirato fin da bambino, probabilmente posso dire che mi ha insegnato ad immaginare e sognare".
Il suo è un lavoro impegnativo che occupa molto tempo, difatti ogni strumento richiede tra le 150 e le 200 ore di lavoro. Con un’opera che è un mix di design, artigianato, arte, musica e letteratura pone un altro modo per approcciarsi a Dante e alla letteratura.

 

Clicca qui per il link del video del suo progetto