Dai Pinguini Tattici Nucleari a Tosca a “Musicultura” a Macerata

Musica d’autore con ospiti e una gara per nuovi talenti allo Sferisterio. Ruggeri conduttore

Il pubblico allo Sferisterio di Macerata in una edizione passata di Musicultura. Foto da Musicultura

Il pubblico allo Sferisterio di Macerata in una edizione passata di Musicultura. Foto da Musicultura

GdS 12 agosto 2020
La spettacolare arena all’aperto dello Sferisterio di Macerata anche quest’anno ospita “Musicultura”, festival della canzone popolare e d’autore condotto da Enrico Ruggeri e con serate finali il 28 e 29 dove sfilano, come ospiti, venerdì 28 Massimo Ranieri, Tosca, il vincitore dell’Eurovision Song Contest 2017 Salvador Sobral, Antonio Rezza e Banda Kadabra, mentre sabato 29 si alternano Francesco Bianconi, i Pinguini Tattici Nucleari, Asaf Avidan, Lucilla Giagnoni, il Gruppo Ocarinistico Budriese, Bruno Tognolini. La XXXI edizione della rassegna con Ezio Nannipieri come direttore artistico nelle due serate finali viene trasmessa in diretta su Rai Radio1 e in differita in tv su Rai 2 in seconda serata il 3 settembre.

Il 28 e 29 finali cantano e suonano anche i giovani vincitori del concorso di Musicultura con il pubblico dello Sferisterio che decreterà il vincitore che riceverà in premio 20mila euro. Le otto proposte in gara sono musicisti della nuova generazione come Fabio Curto, Miele, i Blindur, I Miei Migliori Complimenti, H.E.R., Senna, Hanami e La Zero.

“Musicultura” 2020 in realtà si tiene nell’intera settimana, dal 24 agosto, con appuntamenti nel centro storico della città nel programma della “Controra”, che propone concerti, recital, spettacoli teatrali, incontri con autori, tutti ad ingresso libero. Tra gli ospiti, oltre ad alcuni degli artisti che si esibiranno allo Sferisterio, band come i Calibro 35, Diego Bianchi (in arte Zoro), la poetessa Giovanna Cristina Vivinetto, Ennio Cavalli, Walter Veltroni.

Il sito di musicultura