Neil Young con il video “Shut it down” canta il lockdown. “Ignorate i leader troppo vanitosi”

Il rocker canadese aggiorna con immagini dal mondo il brano uscito a ottobre. Ai fan: “Indossate la mascherina”

Un fotogramma da “Shut it down” di Neil Young

Un fotogramma da “Shut it down” di Neil Young

GdS 15 aprile 2020
Vi sarà difficile restare indifferenti di fronte e una canzone e a un video così. Neil Young con i suoi fidati Crazy Horse ha pubblicato una versione aggiornata del brano Shut it down incluso nell’album Colorado, dell’ottobre scorso, e lo ha aggiornato ai giorni della pandemia del Coronavirus. Si vedono il viale dei Fori imperiali e la scalinata di Trinità dei Monti a Roma vuote, Papa Francesco da solo in piazza San Pietro nella cerimonia che sarà probabilmente l’immagine più toccante della compassione, papere, montoni e volpi che scorrazzano in luoghi da cui la presenza umana li avrebbe tenuti alla larga; si vedono anche migliaia di incoscienti che già in pieno allarme da virus affollano una spiaggia in Florida.

Il video, firmato da Neil Young e dalla moglie, attrice e attivista Daryl Hannah, alterna immagini dal mondo durante la pandemia, dalle metropoli deserte al personale sanitario in azione, con la band in studio. Il cantante ha scritto sul suo sito di aver creato su spinta dei fan, che gli hanno mandato messaggi dicendo di aver trovato un nuovo significato in Shut it down e ha aggiunto, ai fan: “Ignorate le azioni dei leader mondiali troppo vanitosi per indossare la mascherina. Non vi stanno guidando. Mettete da parte le vostre vanità per il bene delle persone comuni; indossate una mascherina in pubblico per evitare il contagio”. Che dite: ogni riferimento a politici senza scrupoli come Trump e Bolsonaro sarà accidentale?



“Devi chiudere l’intero sistema/ La gente cerca di salvare questa Terra da una morte terribile/ La gente cerca di vivere in un mondo che affronta questa minaccia/ Devi chiudere l’intero sistema/ Ricominciare e ricostruirlo per l’eternità” canta il rocker canadese rinnovando la sua attenzione per l’ambiente e per i problemi sociali e politici. “Che ne sarà degli animali? Che ne sarà dei libri? Che ne sarà della storia?” canta ancora.