Salvini se la prende con Roger Waters: "Ospita i migranti a spese tue..."

Lo storico musicista dei Pink Floyd aveva parlato del neofascismo in Italia e in Europa. E Capitan Nutella ha replicato con la solita solfa scontata

Roger Waters

Roger Waters

GdS 7 settembre 2019

Ora, visto che la sua propaganda non potrà passare più per inaugurazioni di commissariati o giretti sulla moto d’acqua, se la prende con chiunque capiti. Almeno fino a quando potrà finanziare la Bestia,
E così nel mirino c’è finito anche lo storico musicista dei Pink Floyd Roger Waters. E Capitan Nutella ha detto ripetendo il solito e scontato ritornello: “Caro Roger, io adoro la tua musica! Non ti sto simpatico? Amen. Sappi che comunque nessuno ti impedisce di ospitare, a tue spese, migliaia di immigrati. Noi Italiani abbiamo già accolto e pagato abbastanza. “Hey, teachers, leave them kids alone!”


Che aveva detto Roger Waters? "Confesso che la politica italiana non è un'area di mia competenza, so che Salvini se n'è andato temporaneamente e meno male. È evidente che esiste una recrudescenza di neofascismo in Italia come in Europa. Noi in Inghilterra abbiamo Boris Johnson, in America c'è Trump. Viviamo tempi difficili: c'è un establishment che sovrasta la gente normale e la costringe a sentirsi minacciata. A fronte di tutto questo c'è una chiara volontà di distruggere il nostro bellissimo pianeta e chi lo ama. Se noi non ci mettiamo insieme e resistiamo a questo neofascismo non ci sarà più niente per le nuove generazioni".


Il musicista ha poi aggiunto: "Si va verso una tendenza neofascista. In Germania con la propaganda di Goebbels ci sono voluti solo 4 anni per andare verso un regime di tirannia. Ecco perché parlo di diritti umani e mi riferisco alla la carta delle Nazioni Unite".