Dai Tiromancino alle rapine: arrestato il cantautore Francesco Zampaglione

Il fratello di Federico Zampaglione ed ex membro dei Tiromancino ha tentato il colpo con una pistola giocattolo

Francesco Zampaglione

Francesco Zampaglione

GdS 30 agosto 2019
Francesco Zampaglione, cantautore fratello di Federico e già membro della band romana, è stato arrestato dopo aver messo a segno una rapina in banca a Roma. Zampaglione è entrato nella filiale a volto scoperto e armato di una pistola giocattolo. Una volta fuggito è stato seguito e quindi arrestato dai carabinieri.
La storia raccontata da "Il Messaggero" ha dell'incredibile. Zampaglione, pistola giocattolo (ma priva del tappo rosso) in pugno, ha intimato agli impiegati di aprire le casse e di consegnargli il denaro. Dopodiché si è dato alla fuga con la refurtiva, liberandosi della maglietta che aveva indosso per non farsi riconoscere. Un cliente della banca ha però deciso di seguirlo allertando al contempo i carabinieri che sono riusciti a fermare il cantautore poco dopo. Zampaglione non ha opposto resistenza ed è stato portato al carcere di Regina Coeli.
Francesco Zampaglione ha condiviso con Federico tutta la prima parte della storia dei Tiromancino, band che ha lasciato nel 2001, dopo il successo dell'album "La descrizoine di un attimo", in seguito a un litigio con il fratello. Negli anni a seguire ha collaborato con vari artisti, da Riccardo Sinigallia a Frankie hi-nrg, ricucendo anche i rapporti con Federico con il quale è tornato a collaborare per la colonna sonora del film "Tulpa!". Nel 2016 ha prodotto il nuovo disco di Nathalie.