Il rapper A$AP Rocky rilasciato di prigione in Svezia e Trump esulta: "torna preso a casa"

L'annuncio è stato fatto su twitter dal presidente in persona. L'arresto del rapper aveva provocato un'ondata di solidarietà tra molti artisti americani

A$AP Rocky

A$AP Rocky

GdS 3 agosto 2019
Il rapper A$AP Rocky è stato rilasciato dalla prigione in Svezia dove era detenuto da oltre un mese, accusato di un aggressione verso due ragazzi a Stoccolma lo scorso 30 giugno. 
A darne la notizia è stato nientemeno che Donald Trump in persona, che su twitter ha scritto "Torna a casa Asap A$AP", con un gioco di parole con l'acronimo Asap, As Soon As Possible (Il prima possibile). 
Ci sono molti dubbi sull'esatta dinamica dei fatti che hanno condotto all'arresto del rapper: in alcuni video si vede distintamente il responsabile della sua sicurezza picchiare due ragazzi, ma l'artista si è sempre difeso dicendo che si trattava di legittima difesa. In effetti, in altri video, più lunghi e che riprendono i momenti precedenti all'aggressione, si vedono le due 'vittime' seguire a lungo il rapper e i suoi bodyguard, nonostante questi gli dicano più volte di allontanarsi. Una delle teorie della difesa è che i due ragazzi infastidisserto A$AP nel tentativo di un furto o proprio con il desiderio di provocare una reazione violenta da poter filmare. 
L'arresto di A$AP Rocky ha provocato un'ondata di solidarietà tra gli artisti americani, tra cui anche il rapper Kanye West e la moglie Kim Kardashan. Da sempre considerati vicini al presidente Trump, è stata proprio la ricchissima ereditiera a scrivere su twitter direttamente al Presidente perché si interessasse della questione.