Umbria Jazz torna al museo insieme ai ritratti dei giganti del jazz

Alla Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia le foto di Jimmy Katz e concerti di musicisti italiani per il festival umbro al via dall'11 luglio

Jimmy Katz, Joe Lovano © Jimmy Katz. In mostra a “Closed Session” a Perugia

Jimmy Katz, Joe Lovano © Jimmy Katz. In mostra a “Closed Session” a Perugia

GdS 8 luglio 2019

Jimmy Katz è un fotografo che ha trovato nel jazz la sua “via di Damasco”: ama le tante forme del jazz, ama chi suona e ama la sua New York e la scena musicale. Nato nella Grande Mela nel 1957, ha fatto di professione anche l’alpinista e lo sciatore estremo, e in vista del festival Umbria Jazz che si tiene dall’11 al 21 luglio la Sala Podiani Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia riserva al fotografo una parata davvero eccellente di ritratti di jazziste e jazziste. Da Cassandra Wilson a Herbie Hancock, da Sonny Rollins all’ineffabile Keith Jarrett, per non dire di Ornette Coleman, Chick Corea, Brad Mehldau, Pat Metheny, Katz li ha ripresi in concerto, nei club, spesso per strada, incontri frutto di una passione viscerale nata – dicono le note - alla Carnegie Hall a sedici anni ascoltò per la prima volta Thelonious Monk e Art Blakey.

La mostra si intitola “Jimmy Katz. Closed Session”, l’ha curata il direttore del museo Marco Pierini, comprende 80 scatti che riescono a trasmettere il profilo umano ancor prima che artistico degli artefici dei tanti suoni delle tante forme del jazz. Con catalogo Silvana Editoriale.

È il quarto anno, da quando c’è appunto Pierini, che il museo collabora meritoriamente con le rassegne musicali quali Umbria Jazz, L’Umbria che spacca e Trasimeno Music Festival e ospita anche concerti di piccole dimensioni adatti agli spazi. Dal 13 al 21 luglio 2019 la Sala Podiani della Galleria ospita pertanto “Jazz goes to the Museum”, due concerti al giorno, alle 12 e alle 15 programmati con Umbria Jazz. Suoneranno il duo formato da Gianluca Trovesi e Gianni Coscia; la formazione Gabriele Mirabassi, Roberto Taufic, Cristina Renzetti; il Fred Hersch Trio; la coppia Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello; Dino Rubino Trio; Kenny Barron; Joachim Kühn; Benny Green; la coppia Raffaele Casarano e Éric Legnini; Enrico Zanisi; Giovanni Guidi; Daniele di Bonaventura con Giovanni Ceccarelli e special guest Jaques Morelenbaum; Mauro Ottolini e John Patitucci con special guests Danilo Rea e Roberto Gatto.

Chi va al museo con un biglietto di Umbria Jazz 2019 (valeva anche per il Trasimeno Music Festival finito il 5 luglio), entra alla Galleria nazionale con ingresso ridotto a 4 euro.

Umbria Jazz

La mostra alla Gnu