Steve Hackett e i Musical Box riportano i Genesis anni ’70 in concerto

Il chitarrista in tour a luglio con “Selling England by the Pound” e brani da solista. La band che replica il gruppo di Gabriel arriva a novembre

Steve Hackett

Steve Hackett

GdS 4 giugno 2019
A qualcuno parrà strano a dirsi, eppure il fascino e la malia del “rock progressive” dei primi anni Settanta in Italia non è mai tramontato e da almeno un decennio conosce nuova fortuna di pubblico. Tra chi allora c’era e, anche, tra chi lo scopre oggi. E a luglio estate avrà modo di ascoltare uno dei più mirabolanti chitarristi e compositori, Steve Hackett, che fu chitarra dei Genesis dal 1971, dall’album-capolavoro Nursery Crime, al 1977 per poi intraprendere la carriera solita. Se non vi basterà o lo perdete, in autunno tornano i Musical Box, band che è ben altro che una cover band del gruppo in quanto ricrea, nota per nota, luce per luce, tutto il repertorio dei Genesis così come lo portavano in scena.

Hackett a luglio porta il suo“Genesis Revisited 2019” tour suonando uno dei migliori dischi dell’intera epopee rock, l’intero Selling England by the Pound del 1973 che ebbe brani apicali del progressive quali l’apertura Dancing with the Moonlit Knight e Firth of Fifth con il flauto ammaliante ed evocativo di Peter Gabriel.

Il musicista promette altre canzoni del gruppo, esegue inoltre anche il suo Spectral Mornings per il 40esimo anniversario della registrazione e brani dal nuovo album uscito a gennaio, At The Edge of the Light. A Roma ad aprile ha registrato un sold out per cui torna anche nella capitale. Nel tour estivo italiano prodotto da Musical Box 2.0 Promotion Hackett suona a Genova (Arena del Mare) il 14 luglio, a Pordenone (Parco San Valentino) il 16 luglio, a Mantova (Piazza Sordello) il 17 luglio, a Firenze (Piazza Santissima Annunziata, al "Musart Festival") il 18 luglio, a Roma (Cavea Auditorium Parco della Musica) il 20 luglio.
Lo accompagnano alle tastiere Roger King (Gary Moore, The Mute Gods); alla batteria, percussioni e voce Craig Blundell (Steven Wilson); al sax, flauto e percussioni Rob Townsend (Bill Bruford); al basso e chitarra Jonas Reingold (The Flower Kings); alla voce Nad Sylvan (Agents of Mercy).
Info tour italiano: www.hackettsongs.com - www.musicalbox2-0promotion.it

A novembre torna nella penisola la band canadese The Musical Box, riconosciuta e apprezzata dai Genesis e da Peter Gabriel, con sei concerti e il nuovo show, “A Genesis Extravaganza – Volume 2”. Sempre per Musical Box 2.0 Promotion e per Ventidieci il gruppo suona a Bologna il 14 novembre (Europe Auditorium), a Milano il 15 (Teatro del Verme), a Genova il 17 (Teatro Politeama), a Roma il 18 (Teatro Brancaccio), ad Ancona il 19 (Teatro Le Muse), a Udine il 20 novembre (Teatro Nuovo).

The Musical Box eseguirà brani dal periodo 1970-78 dagli album Trespass, Nursery cryme, Foxtrot, Selling England by the pound, A trick of the tail, Wind&Wuthering e And then they were three.
Info tour italiano: www.musicalbox2-0promotion.it e www.ventidieci.it