Eurovision, Mahmood sfiora la vittoria: Italia seconda, vince l'Olanda di Duncan Laurence

Terzo classificato il russo Sergey Lazarev. Nel corso dello spettacolo, alcuni cantanti - tra cui Madonna - hanno esposto delle bandiere palestinesi e israeliane

Mahmood durante l'esibizione all'Eurovision

Mahmood durante l'esibizione all'Eurovision

GdS 19 maggio 2019

Vittoria veramente sfiorata per Mahmood all'Eurovision, che è arrivato secondo con la sua 'Soldi' con cui aveva vinto il Festival di Sanremo tra mille polemiche. Ad aggiudicarsi il primo posto è stata l'Olanda con il cantante Duncan Laurence e la sua Arcade. Terzo posto per il russo Sergey Lazarev. 
Un Eurovision quest'anno su cui grava la tensione del confitto Palestinese-Israeliano e le conseguenze si sono fatte sentire nel corso dell'evento: il gruppo islandese Hatari ha innalzato sciarpe con i colori e la scritta Palestina non appena sono stati inquadrati durante la votazione finale dell'Eurovision. Uno dei membri del gruppo ha fatto il segno della V per Vittoria. Invece una bandiera israeliana sulla schiena di un ballerino e quella palestinese su quella di un' altra, con i due che si abbracciano al termine della canzone è il messaggio lanciato da Madonna dal palco della finale dell'Eurovision a Tel Aviv.
Per la sua performance, la pop star americana ha scelto una versione nuova di zecca per i 30 anni di 'Like a prayer' e poi 'Future' - quello delle bandiere - brano inedito dal suo prossimo album 'Madame X' in uscita a giugno. Lo show ha causato una presa di posizione della Ebu, l'Unione europea di radiodiffusione (Ebu), che ha precisato in un comunicato di non aver approvato preventivamente l'esposizione delle bandiere israeliana e palestinese nell'esibizione di Madonna nell'Eurovision Song Contest. Quella parte dello show non era comparsa nelle prove, ha precisato la Ebu citata dal Times of Israel. "L'Eurovisione song contest - ha ribadito - è un evento non politico, e Madonna ne era conoscenza".