Ecco i 24 big di Sanremo: glorie storiche, nuovi cantautori e trap

Da Patty Pravo a Motta, dal rock dei Zen Circus al trap con Achille Lauro, Baglioni punta a più generazioni. I possibili conduttori del 2020

Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

GdS 22 dicembre 2018
Il festival di Sanremo 2019 ha tutti i suoi 24 concorrenti ai blocchi di partenza. Li hanno annunciati Pippo Baudo e Rovazzi nelle due serate di “Sanremo giovani” su Rai1 che hanno decretato l’ingresso di Einar e Mahmood tra i big della gara all’Ariston a febbraio. A condurre il dopo festival sarà Rocco Papaleo, attore e figura svagata che ci pare adeguato alla prova dove regna l’ironia e lo scherzo accanto alle riflessioni sulla serata.
Tra i 24 entrano presenze tutt’altro che scontate. Come il gruppo rock dei Zen Circus, ottimo, pisano, anche se però alcuni fan della band hanno criticato la partecipazione al festivalone. Come accade spesso, va detto, per artisti che non vengono dal circuito mainstream ed entrano nell’agone sanremese, vetrina più ufficiale che ci sia.
Va anche riconosciuto al direttore artistico Claudio Baglioni (che se prima si autodefinita “dittatore” ora passa a un più democratico “traghettatore” guardando al passaggio di testimone per Sanremo 2020) ha disegnato un panorama tra più generazioni: accanto a nomi storici come Loredana Bertè, Patty Pravo (con il rapper Briga) e Nino D’Angelo affianca giovani come il reggae di Boomdabash o un esponente validissimo del nuovo cantautorato come Motta o l’emergente cantautore Nigiotti, il rap italiano con Ghemon, il genere trap (piaccia o non piaccia, se Baglioni vuole le nuove generazioni e dare una panoramica completa all’ascolto deve inserirlo) con Achille Lauro.
Quanto a Sanremo 2020, Baglioni ha confermato le indiscrezioni: tra i possibili conduttori sono stati contattati Claudio Bisio, Gianni Morandi (sarebbe un ritorno), Vanessa Incontrada e Virginia Raffaele, che ha già fatto la co-conduttrice con risultati esilaranti.

Di seguito in ordine alfabetico gli artisti in gara e cosa interpretano.

Arisa con «Mi sento bene»
Loredana Berté con «Cosa ti aspetti da me»
Boomdabash con «Un milione»
Federica Carta e Shade con «Senza farlo apposta»
Simone Cristicchi con «Abbi cura di me»
Nino D'Angelo e Livio Cori con «Un'altra luce»
Einar (vincitore di «Sanremo Giovani 2018»)
Ex-Otago con «Solo una canzone»
Ghemon con «Rose viola»
Irama con «La ragazza col cuore di latta»
Achille Lauro con «Rolls Royce»
Mahmood (Vincitore di «Sanremo Giovani 2018»)
Motta con «Dov'è l'Italia»
Negrita con «I ragazzi stanno bene»
Nek con «Mi farò trovare pronto»
Enrico Nigiotti con «Nonno Hollywood»
Patty Pravo e Briga con «Un po' come la vita»
Francesco Renga con «Aspetto che torni»
Daniele Silvestri con «Argento vivo»
Anna Tatangelo con «Le nostre anime di notte»
Paola Turci con «L'ultimo ostacolo»
Ultimo con «I tuoi particolari»
Il Volo con «Musica che resta»
Zen Circus con «L'amore è una dittatura»