La crociata di Giovanardi per il concerto di Vasco: mandare i reparti antidroga

Il senatore cavalca il timori del dopo-Torino per lanciare la sua campagna contro i raduni giovanili

Carlo Giovanardi

Carlo Giovanardi

GdS 8 giugno 2017

"Devono essere prese misure radicali e straordinarie, con attività investigativa preventiva, per impedire l'arrivo di spacciatori, e successivamente è necessaria la presenza capillare dei reparti antidroga dei caschi verdi della finanza e dei Carabinieri che impediscano, anche con l'aiuto di unità cinofile, l'entrata di droga nell'area interessata dal concerto". Questo le raccomandazioni del senatore modenese Carlo Giovanardi in occasione dell'evento che il prossimo 1 luglio ospiterà il concerto di Vasco Rossi.


Il clima teso e preoccupato per il bagno di folla previsto, soprattutto dopo i fatti di piazza San Carlo a Torino, invitano amministratori e forze dell'ordine a maggior prudenza. Il senatore ha poi evidenziato che, "altrettanta attenzione va riservata alla proibizione dell'uso di alcol, non soltanto impedendone l'entrata nell'area del concerto, ma anche impedendone la vendita da asporto in tutto il territorio comunale per quella giornata".