I Clooney adottano un ragazzo yazida fuggito dall'Isis

George e Amal hanno fatto venire negli Stati Uniti Hazim Avdal al quale è stata pagata l'università a Chicago

Clooney con accanto la moglie Amal

Clooney con accanto la moglie Amal

GdS 9 febbraio 2018

Solidarietà e  la dimostrazione che i provvedimenti generalizzati - come il muslim bad di Trump - sono stupidi perché colpiscono nel mucchio, senza verificare le diverse storie: la famiglia Clooney si allarga e non solo per l'arrivo dei due gemelli avuti da Amal.
L'attore e la consorte, da sempre impegnati per la difesa dei diritti umani, hanno 'adottato' uno studente yazida in fuga dall'Isis.
Lo hanno raccontato gli stessi Clooney in un'intervista al David Letterman Show.
Colpiti dalla drammatica storia di Hazim Avdal, l'anno scorso hanno deciso di aiutarlo, farlo venire negli Stati Uniti e finanziargli gli studi all'università di Chicago.
Il ragazzo da allora vive lì, vicino ai genitori di George, ferventi democratici e parte attiva del progetto. "Mi ricordo di essere rimasta molto toccata dal suo coraggio, dal suo spirito e dal suo desiderio di giustizia, non di vendetta, nonostante tutto quello che aveva perso", ha raccontato Amal, avvocato di punta e mamma dei due gemelli Ella e Alexander, di otto mesi.
"Ci parlò del suo sogno di studiare negli Stati Uniti e credo che in quel momento entrambi abbiamo pensato che potevamo fare qualcosa per lui", ha detto ancora. La signora Clooney ha difeso le donne yazide che sono state rapite e sfruttate come schiave del sesso dai jihadisti dell'Isis che avevano invaso la regione del Sinjar nell'agosto del 2014.