Perché dovremmo tutti ringraziare Dolly Parton per il vaccino di Moderna

La star della country music americana ha donato ad aprile un milione di dollari che è stato utilizzato da Moderna per la realizzazione del vaccino contro il Covid-19

Dolly Parton

Dolly Parton

GdS 18 novembre 2020

Forse in Italia non è molto conosciuta, ma negli Stati Uniti Dolly Parton è una vera e propria leggenda: 74 anni, nativa del Tennessee, star indiscussa della musica country sin da quando ne aveva appena 18, in questi giorni si sta molto parlando di lei in tutto il mondo per un buon motivo: lo scorso aprile Parton, da sempre molto attiva nel campo della beneficenza, ha creato un fondo, il Dolly Parton COVID-19 Research Fund, e ha donato un milione di dollari al Vanderbilt University Medical Center.

Gran parte della cifra stanziata da Parton ha finanziato la ricerca portata avanti da Moderna, che neglis corsi giorni ha annunciato di aver ideato un vaccino che sembra addirittura più efficace di quello annunciato da Pfizer. 
Unico commento di Dolly Parton? "Sono solo felice se qualcosa che faccio può essere di aiuto a qualcuno nel mondo. Quando ho donato i soldi al fondo per la ricerca COVID speravo solo che andasse a buon fine. E pare sia andata così!".