Fabio Volo, sessismo e volgarità su Ariana Grande: "Sembra una mign*tta"

Lo scrittore ha avuto parole volgarissime per il videoclip della cantante e attivista Lgbt. E la rete si è scatenata contro di lui

Fabio Volo e Ariana Grande

Fabio Volo e Ariana Grande

GdS 16 settembre 2019
Un vero e proprio festival della volgarità e del sessismo gratuito quello messo in scena da Fabio Volo alla sua trasmissione radio Il Volo del Mattino, dove lo scrittore ha preso di mira la cantante Ariana Grande, criticandola aspramente per il suo ultimi video. 
“Non è possibile sia legale che una cantante si metta a quattro zampe, vestita da mig*otta e muova il c*lo dicendo: l’ho visto, mi piace, lo voglio, ce l’ho/lo prendo” ha detto Volo e ha continuato: "Ero in palestra, sul tapis roulant. I televisori trasmettevano uno di quei canali di video musicali. A un certo punto appare una che si chiama Ariana Grande: bellissima ragazzina, mora. Sembra abbia 15 anni (Ariana Grande ne ha 26, ndr), vestita di rosa, tutta sexy. Se sono a una festa e una viene vestita così dico “chi è ‘sto puttanun? Come si è intro*ata”. Le donne sono come i fiori, in base ai colori e ai profumi attirano un certo tipo di uomo. Se hai paura perché sei insicura e quindi esageri con la sessualità, attirerai solo gente che ti vuole sdraiare. Questa ragazzina è a quattro zampe, in ginocchio, impecorata che muove il c**o. Tutto il videoclip era un richiamo sessuale. Pensate a me, padre di due femmine: vado al lavoro, faccio le mie cose, mentre una società mi sta imp*ttanando la figlia”.
I commenti di sdegno hanno infiammato Twitter: "Ma questo moralista dell’ultima ora non è quello che si è spogliato nudo durante un’intervista ad Alessia Marcuzzi per le Iene?", commenta qualcuno, in riferimento a un episodio avvenuto nel 2012, quando Fabio Volo si tolse tutti i vestiti mentre la showgirl raccontava del suo nuovo calendario. “Volo aveva bisogno di un po' di luce riflessa perché sta per vomitarci addosso un altro romanzetto pieno di frasi fatte? Che dio ci risparmi”, dice qualcun altro. “Caro Fabio Volo, insultare una ragazza per come si veste o per determinate pose che assume, è sbagliato. Una donna deve avere la possibilità di esprimersi con tutto ciò che la fa stare bene e quindi, di conseguenza, con ciò che vuole fare. Torna a scrivere i tuoi libri, fai più figura» scrive una fan, sdegnata.