La Cassazione: Fabio Camilli è figlio di Domenico Modugno

L’attore vince una battaglia legale per il riconoscimento durata 18 anni: “Estenuante”

Fabio Camilli in “Romanzo criminale”

Fabio Camilli in “Romanzo criminale”

GdS 19 agosto 2019
Quando proclamava di essere il figlio segreto di Domenico Modugno diceva il vero. Fabio Camilli è figlio legittimo del cantante di Volare. Lo ha decretato una sentenza della prima sezione civile della Corte suprema di Cassazione dopo 18 anni di battaglie legali dell’attore nato nel 1962 da una relazione extraconiugale per ottenere il riconoscimento. La madre era Maurizia Calì, ballerina, coreografa e regista nata a Trieste, la “bellissima Kalì” di cui cantava Modugno nella canzone Pasqualino marajà.

Camilli tira un sospiro di sollievo: all’Ansa ha ringraziato prima di tutti il suo legale e amico Gianfranco Dosi che si è battuto per anni per il riconoscimento ma ha parlato di un percorso “estenuante”, di una “lunghissima tempesta giuridica”. Il riconoscimento di paternità, ha aggiunto, in media dura quattro-cinque anni, nel suo è arrivato dopo 18 “in un percorso a ostacoli”. Il tribunale di Roma aveva riconosciuto la paternità di Domenico Modugno già nel gennaio 2014.

Camilli ha recitato in numerosi film: Vacanze in America di Carlo Vanzina del 1984, I cento passi e la Meglio gioventù di Marco Tullio Giordana, Il principe di Homburg di Marco Bellocchio, Giulia non esce la sera di Giuseppe Piccioni nel 2007. In tv si è visto in episodi del 2004 di Don Matteo, in Romanzo criminale, in Squadra antimafia, in Scomparsa.