Salvini si paragona a Falcone e la Mannoia insorge: "sei senza pudore, né vergogna"

Il ministro cita una famosa frase del magistrato antimafia e insieme alla cantante insorge anche la rete: "non osare paragonarti a un eroe"

Salvini e Fiorella Mannoia

Salvini e Fiorella Mannoia

GdS 8 luglio 2019
In una diretta Facebook Matteo Salvini si è paragonato nientemeno che a Giovanni Falcone, citando la famosa frase del magistrato antimafia “Chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fa, chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola.” e aggiungendo "Io non mi arrendo, a difesa degli italiani". 
La rete democratica è insorta: su twitter, dove il Ministro ha condiviso la citazione, sono partiti gli insulti e le intimazioni a non osare paragonarsi a Giovanni Falcone, e anche da parte di alcune celebrità sono arrivate manifestazioni di sdegno. Tra questi, Fiorella Mannoia, che ha riassunto il pensiero comune: "Non conosce pudore, né vergogna. Ha violato perfino Giovanni Falcone. Non ci sono più parole".