Joe Jackson, Paolini e Donà-Di Marco nel teatro romano di Fiesole

Concerti, teatro e un progetto sull'Eneide di Virgilio: l’Estate fiesolana è alla settantaduesima edizione

Il teatro romano di Fiesole

Il teatro romano di Fiesole

GdS 25 giugno 2019
Alessandro Agostinelli

Il meglio dell’Estate Fiesolana deve ancora cominciare. Aspettiamo in gloria Joe Jackson e gli America, Ginevra di Marco e Cristina Donà, Massimo Ranieri e Marco Paolini. Ma un passo alla volta. Cominciamo dal principio.
La particolarità di questa manifestazione è che dura ormai da settantadue edizioni: un numero sconvolgente nel panorama “mordi e fuggi” della cultura dello spettacolo degli anni 2000. L’altro aspetto peculiare riguarda il luogo (la location, scriverebbero i giovani giornalisti degli uffici stampa). Sì, perché siamo in presenza di spettacoli che si tengono in una meravigliosa cavea antica, quella del teatro romano di Fiesole, la collina più bella che si affaccia sulla piana fiorentina e, ogni sera d’estate, guarda le luci rutilanti di Firenze, questa composta e sguaiata città-monumento che esalta lo sguardo dei turisti e fa alzare il gomito agli americani di passaggio.

Può essere utile allora, nelle calde serate estive, quando l’afa si stende in pianura, salire “in su del colle fiesolano” a seguire uno spettacolo teatrale, un concerto o una riflessione che parte dal poema latino per eccellenza, quell’Eneide virgiliana, fondativa ed emulo al tempo stesso della nostra cultura, e attraverso quella ci parla di noi, dell’attualità, del nostro Mediterraneo.

Il progetto “Eneide un racconto mediterraneo” comincia giovedì 27 giugno con il prologo di Nicola Gardini che racconta perché dovremmo gridare “Viva il latino, Viva l’Eneide”. Il progetto prosegue giovedì 4 luglio con Massimo Wertmuller e “Il cavallo di Troia – libro II”. Giovedì 11 luglio sarà la volta di Francesco Bianconi (voce e autore dei Baustelle) che racconta “Eurialo e Niso – libro IX”. Giovedì 18 luglio i due guasconi Dario Vergassola e David Riondino scenderanno con “Enea agli inferi – libro VI”. Il 25 luglio sarà la volta di Paolo Rossi con “Le gare in onore di Anchise – libro V”. Si chiude il progetto sul poema di Virgilio giovedì 1° agosto con Maddalena Crippa e il commovente canto di “Didone – libro IV”.

Per tutti coloro che sono arrivati fino a questo punto dell’articolo e si sentono preoccupati di troppa cultura, forniamo subito le informazioni per il loro maggior divertimento con i concerti più importanti.
Lunedì 1° luglio un veterano della canzone italiana e partenopea, Massimo Ranieri, porterà in scena la tradizione napoletana accompagnato dal fior fiore del jazz italiano: Enrico Rava alla tromba, Rita Marcotulli al pianoforte e altri bravissimi musicisti.
Mercoledì 3 luglio le due donne migliori della musica italiana saranno fianco a fianco per un concerto che si preannuncia come una sorpresa vivissima e si fonda su basi certissime, le canzoni meravigliose di entrambe, e poi alcuni brani inediti che accoppiano Cristina Donà e Ginevra Di Marco.

Lunedì 8 luglio il duo più popolare della cosiddetta country music americana, cioè The America nel cinquantesimo anniversario della loro prima uscita discografica, illumineranno la notte toscana con i loro maggiori successi, ripristinati in arrangiamenti ispirati alle versioni originali.
Martedì 16 luglio una primizia di freschezza jazz sarà il concerto di Nico Gori con la sua orchestra composta da dieci elementi con Nino Pellegrini al contrabbasso e Paolo Frassi al pianoforte e una swingante voce che Drusilla Foer farà risuonare verso le pietre della cavea fiesolana.

E arriviamo adesso al top player dell’estate, Joe Jackson che torna (dopo quattro date la scorsa primavera) nel nostro Paese per l’unica data al Teatro Romano di Fiesole, lunedì 22 luglio. Verrà ad accordare i suoi strumenti da queste parti il genio british della canzone per il suo “Four Decade Tour”. Ecco, signore e signori, che avremo con noi il grande Joe Jackson, con le sue illuminazioni tra lo ska e il jazz. Sarà un’occasione rara di vedere in azione uno dei miti musicali degli anni Ottanta. Forse uno tra i migliori songwriters di tutti i tempi.
Moltissimi altri sono gli appuntamenti in programma, tra concerti, lezioni di storia e monologhi per rinfrescare le idee e le membra a Fiesole.