L'attrice di Smalville confessa: "Sono colpevole reclutavo schiave sessuali per il guru"

Mak è accusata di aver creato all'interno di Nxivm il gruppo Dos, una setta nella quale le donne reclutavano altre donne per compiere atti sessuali.

Allison Mack

Allison Mack

GdS 9 aprile 2019

Sono colpevole. In lacrime Allison Mack ha ammesso il suo coinvolgimento nell'organizzazione Nxivm. L'attrice, famosa per il suo ruolo nella serie tv 'Smallville', era stata incriminata nell'aprile del 2018 con l'accusa di traffico sessuale. Mak è accusata di aver creato all'interno di Nxivm il gruppo Dos, una setta nella quale le donne reclutavano altre donne per compiere atti sessuali. All'interno di Dos, il 'santone' Keith Raniere, conosciuto nel gruppo come Vanguard, era l'unico uomo e leader: anche lui è finito sotto accusa. 


"Sono giunta alla conclusione che devo assumermi la piena responsabilità per la mia condotta ed è per questo che mi sto dichiarando colpevole oggi", ha affermato l'attrice con un filo di voce secondo quanto si legge su Vulture.com. Pantaloni scuri, maglioncino color panna e cappelli raccolti, la 36enne rischia fino a 20 anni di carcere.


Mack ha spiegato in parte cosa l'abbia portata a Nxivm: molti dei membri erano "persone meravigliose mentre altre, ora me ne rendo conto, non lo erano". "Mi sono unita" a loro "per trovare uno scopo": "Credevo davvero di aver trovato un gruppo di persone che la pensavano come me". "Credevo - ha aggiunto - che le intenzioni di Keith Raniere fossero di aiutare le persone. Mi sbagliavo".


"Sono molto dispiaciuta per le vittime", ha affermato la donna rendendosi conto di "ferito" delle persone a causa degli "gli insegnamenti di Keith Raniere".