Serena Dandini e le donne: tre giorni di talenti al femminile

A Firenze dal 21 al 23 settembre un centinaio di appuntamenti con scrittrici, attrici, registe, politiche, giornaliste, scienziate

Serena Dandini

Serena Dandini

GdS 14 settembre 2018

Tre giorni delle donne. Artiste, scrittrici, attrici, musiciste, politiche, scienziate, giornaliste, artiste, con Serena Dandini come regista ufficiale e coordinatrice di questo festival sui talenti al femminile. È “L’eredità delle donne” in calendario a Firenze dal 21 al 23 settembre tra serate, incontri, letture, film, spettacoli e concerti organizzate in concomitanza delle Giornate Europee del Patrimonio. Un centinaio gli appuntamenti, a ingresso gratuito. Tra le ospiti: Ségolène Royal, Franca Valeri, Lina Wertmüller, Natalia Aspesi, la scrittrice e Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri, che ha appena pubblicato il libro in italiano “Dove mi trovo”, Igiaba Scego, le giornaliste Lucia Goracci e Fiorenza Sarzanini.


Serena Dandini, direttore artistico del festival, conduce tre serate. Venerdì al Teatro della Pergola alle 20.15, con Ségolène Royal, Suad Amiry, scrittrice e architetto palestinese, Liza Donnelly, vignettista del New Yorker, Amalia Ercoli-Finzi, prima donna ingegnere aerospaziale, Cecilia Laschi, bioingegnere, la scrittrice Angela Terzani Staude. Solo un rammarico a margine, e non investe le tre giornate: Serena Dandini sa condurre show televisivi con garbo, ironia, umorismo, senza banalità, sa pescare storie e talenti originali, e non vederla è un peccato per i telespettatori e per la tv, la Rai soprattutto.
Sabato 22 settembre (Cinema Teatro Odeon, alle 21) “L’Abbecedario delle donne” con le scrittrici Silvia Avallone, Teresa Ciabatti e Michela Murgia, le attrici Anna Bonaiuto, Lunetta Savino, Alessandra Faiella e Francesca Reggiani, Marica Branchesi, astrofica. Domenica sempre all’Odeon Serena Dandini intervista Natalia Aspesi. Segue l’incontro «Nessuna donna è un’isola: una per tutte e tutte per una» con, tra le altre, Dori Ghezzi, Elena Ioli, fisica, Donatella Lippi, storica della medicina, la giurista Livia Pomodoro e l’attrice Carla Signoris.
Tra altri appuntamenti: sabato alle 20.30 al Cinema La Compagnia la scrittrice Elena Stancanelli intervista Lina Wertmüller.
La manifestazione è promossa e sostenuta dalla Fondazione CR Firenze e da Elastica e nel nome di Anna Maria Luisa de’ Medici che volle che il patrimonio artistico dei Medici restasse alla città e ai cittadini


Per il calendario e le eventuali prenotazioni, c’è il sito www.ereditadelledonne.it