Mikhail Baryshnikov, genio della danza, insulta Trump: mortifica gli Usa

Il ballerino e coreografo naturalizzato statunitense da Firenze attacca l'amministrazione del Tycoon: "Con lui l'America non è più quella che accolse me e milioni di richiedenti asilo. Vergogna"

Mikhail Baryshnikov,

Mikhail Baryshnikov,

GdS 2 luglio 2018
Il celebre ballerino e coreografo, naturalizzato statunitense, Mikhail Baryshnikov, oggi a Firenze, ha usato parole durissime contro l'amministrazione Trump: "sembriamo scivolare via dall'abbraccio umanitario dei nostri valori democratici. E questo mi crea sofferenza. Recentemente, migliaia di persone hanno manifestato contro alcune politiche del governo. Una in particolare è alimentata da sentimenti anti-immigrati e dipinge persone che cercano rifugio da guerra, repressione e problemi economici come criminali dei quali avere paura. Questo è vergognoso e non rappresenta il volto del paese che accettò me e molti altri come richiedenti asilo decenni fa". L'artista, uno dei più celebri del mondo, ha parlato nell'aula magna dell'Ateneo fiorentino, durante la cerimonia introdotta dal rettore Luigi Dei, per la consegna della laurea magistrale ad honorem che l'Università gli ha conferito in scienze dello spettacolo.