L'attrice Rose McGowan difende Asia: Bourdain aveva i suoi demoni

Una lunga mail inviata alla stampa Usa per dire che l'attrice e lo chef avevano una relazione aperta. L'omaggio della seconda moglie di Bourdain che posta su Instagram la foto della loro figlia Ariane

Rose McGowan e Asia Argento

Rose McGowan e Asia Argento

GdS 12 giugno 2018

Con una lunga mail mandata ad alcuni giornalisti e pubblicata integralmente sul sito di Buzzfeed, l’attrice Rose McGowan, prima accusatrice di Harvey Weinstein, ha chiesto comprensione per Asia Argento dopo le insinuazioni riguardanti le sue responsabilità nei confronti del compagno suicida Anthony Bourdain, e rispetto per il suo dolore."E' stata proprio Asia a chiedermi di parlare in sua vece. Aveva fronteggiato il mostro che l'aveva stuprata, Weinstein. E ora deve fronteggiare un altro mostro, il suicidio di Tony. Capisco che molta gente in queste ore ha pensato a lui come un amico. E lo so bene, la morte di un amico brucia. Ma in tanti hanno cominciato a puntare il dito. Ad accusare. Allora vi dico, non siate sessisti. Non scadete anche voi a quel livello. Il suicidio è una scelta orribile. Ma è una scelta personale". McGowan descrive la relazione tra i due: "Quando s'incontrarono la chimica fra di loro fu immediata. Ridevano, si amavano. Lui è stata la sua roccia in quell'epoca difficile. E anche lui era aperto sui suoi demoni, ci ha addirittura scritto un libro". Sul rapporto tra i due scrive: "Avevano una relazione aperta, si amavano al di fuori dei confini delle relazioni tradizionali. Lo avevano stabilito fin dall'inizio. Asia è libera come un uccello e così era anche Anthony. Era. Che parola terribile da scrivere".
L'attrice americana aggiunge: "Anthony non avrebbe mai voluto sapere che Asia sarebbe stata ferita così. Semmai, che avremmo parlato tutti di più di cosa significa essere depressi. Del come cercare aiuto. Accusare non è discutere. Semmai è un modo di chiuderci a una crescita collettiva per tutto quello che riguarda malattia mentale, suicidio depressione. Come esseri umani siamo davanti ad una scelta: crescere ed essere migliori come delle fenici".
A pochi giorni dalla scomparsa di Anthony Bourdain, l'ex moglie Ottavia Busia ha scritto un messaggio toccante sui social postando una foto della loro figlia undicenne su un palco. "La nostra bambina ha fatto il suo concerto oggi. Indossava gli stivali che le hai comprato". Ottavia Busia e Bourdain sono stati sposati per nove anni e dopo il divorzio sono rimasti in buoni rapporti. La donna su Instagram ha condiviso una foto della loro figlia Ariane che si esibisce a New York con stivali neri alti fino alle ginocchia e borchie: "Ariana è stata forte e coraggiosa. Indossava gli stivali che le hai comprato. Spero che tu stia facendo un buon viaggio, ovunque tu sia". Intanto la salma di Bourdain è ancora bloccata in Francia per questioni burocratiche. Come riferisce il New York Post, una volta rimpatriata sarà proprio Ottavia Busia ad occuparsi del funerale. Anche se non erano più una coppia, i due non avevano ancora ufficilaizzato il divorzio, quindi la donna resta il familiare più vicino.E in onore dello chef gli U2 gli hanno dedicato la canzone 'Stuck in a Moment You Can't Get Out Of' (Inchiodato in un momento da cui non riesci ad uscire) durante un concerto all'Apollo Theater di New York. La band ha definito Bourdain un grande narratore con storie ancora da raccontare. "Abbiamo perso un sacco di persone utili e motivanti in pochi anni - ha aggiunto Bono - e invece abbiamo ottenuto alcune persone inutili"