"Chiamami col tuo nome" sull'amore gay miglior film per i Ciak d'oro

Cento critici, giornalisti e lettori eleggono il racconto di Guadagnino miglior film italiano, ma vine più premi "Ammore e malavita"

Chiamami col tuo nome, una scena

Chiamami col tuo nome, una scena

GdS 7 giugno 2018

“Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino, su una passione tra due ragazzi, è stato decretato come miglior film italiano dai cento giornalisti e critici e dalla giuria dei lettori che hanno votato per i Ciak d'oro 2018. Ha ottenuto però ben cinque premi un film radicalmente diverso, il musical molto originale, e divertente e al di fuori delle consuetudini, come “Ammore e malavita” dei Manetti Bros.


I premi della rivista diretta da Piera Detassis “Ammore e malavita” viene premiato per regia, colonna sonora, canzone originale (“Bang Bang”), attrice non protagonista a Claudia Gerini più il Ciak Colpo Di Fulmine andato da Serena Rossi.


Il film di Guadagnino vince come miglior film, per il montaggio e per il manifesto. Ottengono un Ciak anche a Paola Cortellesi e Antonio Albanese, come migliori interpreti di “Come un gatto in tangenziale” di Riccardo Milani, e “Napoli velata” di Ferzan Ozpetek (scenografia e costumi).
I premi sono stati consegnati a Roma. Conduceva Geppi Cucciari,