"Scelte di classe": film a scuola e nelle carceri minorili con attori e attrici

Un'iniziativa di Alice nelle città che parte da cinque città con artisti come Paola Cortellesi, Michele Riondino, Riccardo Milani, Paola Minaccioni, Claudio Amendola, Michela Cescon, Matteo Garrone

Paola Cortellesi, e alla sua destra Claudio Amendola, in un manifesto per "Come un gatto in tangenziale"

Paola Cortellesi, e alla sua destra Claudio Amendola, in un manifesto per "Come un gatto in tangenziale"

GdS 13 marzo 2018

“Scelte di classe - Il cinema a scuola” è un’iniziativa di Alice nella città, costola della Festa del cinema di Roma, per una formazione per ragazzi al cinema nelle sale e nelle carceri minorili. E partecipa un nutrito gruppo di attori:
Paola Cortellesi, Michele Riondino, Riccardo Milani, Paola Minaccioni, Claudio Amendola, Michela Cescon, Matteo Garrone, Paolo Genovese, Jonas Carpignano, Massimiliano Bruno, Thomas Trabacchi e altri.
Gli attori hanno aderito agli appuntamenti sul percorso interattivo di educazione all'immagine costruito grazie a una nuova piattaforma web su una selezione di 28 film e una serie di incontri (che vengono registrati e resi disponibili in streaming) ideato da Alice nella città.
Il programma parte in questi giorni in via sperimentale a Roma, Firenze, Pisa, Cagliari e Bologna. Coinvolge in ogni città 20 istituti scolastici e quattro Istituti penali minorili: il Meucci di Firenze, Quartucciu di Cagliari, il Pratello di Bologna e il Casal del Marmo di Roma. Tra i 28 titoli ci sono anche i 10 selezionati per il Ciak Alice Giovani 2018, tra i quali “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino e “A ciambra” di Jonas Carpignano.