“Grease” sulla Bbc sotto attacco sui social: “sessista”, “omofobo”, “via dalla tv”

Per molti spettatori il film-musical con John Travolta e Olivia Newton-John va bandito. Per alcuni incita allo stupro, è misogino o è  troppo bianco 

Olivia Newton-John e John Travolta in “Grease”

Olivia Newton-John e John Travolta in “Grease”

Redazione 4 gennaio 2021
La Bbc1 ha trasmesso per Santo Stefano “Grease”, il film-musical che con John Travolta e Olivia Newton-John ha fatto ballare e fantasticare ragazze e ragazzi di tutto il mondo. Da quanto scrive il “Daily Mail” e riportano le agenzie la reazione dei più giovani sui social e in prevalenza su Twitter è stata però di totale condanna e censura. Più spettatori definiscono il film “sessista”, “eccessivamente bianco”, “misogino”, “omofobo”. Qualcuno lo ha definito “rapey”, da “rape” che significa stupro e quindi inciterebbe a stuprare le donne. E molti chiedono che questa pellicola del 1978 non venga mai più trasmesso in televisione. Analoga sorte, possiamo supporre, toccherà ad altri film, opere liriche e teatrali. 

Molte le scene contestate. Per esempio quando Putzie, un amico di Danny interpretato da Travolta, guarda le gambe di due studentesse sotto le gonne sdraiandosi sul pavimento. Quando lo speaker radiofonico Vince Fontaine dice ai ballerini di non formare coppie dello stesso sesso. Quando nella canzone “Summer Nights” Danny canta come ha sedotto Sandy e il coro risponde “Dimmi di più, dimmi di più, lei ha lottato?” (“Tell me more, tell me more, did she put up a fight?”). Per più spettatori una frase simile incita allo stupro o rende la violenza come un fatto normale. È dunque possibile che il film diretto da Randal Kleiser non passi più nelle tv britanniche e, in una reazione a catena, nelle piattaforme.