Torna in versione restaurata "La freccia azzurra", il film d'animazione di D’Alò tratto da Rodari

Il lungometraggio passa ad “Alice nella Città”, sezione della Festa del Cinema di Roma, ed esce in contemporanea nelle sale. Dario Fo e Lella Costa tra i doppiatori. Il trailer

"La freccia azzurra"

"La freccia azzurra"

Giuseppe Cassarà 22 ottobre 2020

Torna nelle sale, dopo venticinque anni dalla sua prima trasposizione cinematografica “La freccia azzurra” di Enzo D’ Alò. Il film uscirà domani, 23 ottobre, in una versione restaurata per celebrare il centenario di Gianni Rodari, autore dell’omonimo racconto pubblicato nel 1964.
Sarà dato in anteprima ad “Alice nella Città”, sezione autonoma e parallela alla Festa del Cinema di Roma, e in contemporanea uscirà nelle sale italiane. In questo modo si potrà vedere e rivedere uno dei capolavori italiani del cinema di animazione, prodotto da La Lanterna Magica, nella versione restaurata 2K voluta da Alice nella Città e realizzata con il sostegno della Siae, di Lottomatica, con Lanterna Magica, CSC - Cineteca Nazionale e Biblioteche di Roma.


Sulle note di una magica colonna sonora composta da Paolo Conte, si narra dei ripetuti tentativi d’ inganno del dottor Scarafoni, assistente della Befana e delle sue disavventure. A dare la voce a questi due principali personaggi sono stati rispettivamente Dario Fo, un ciarliero Scarafoni e Lella Costa, arguta befana. Altri doppiatori famosi, come Vittorio Amendola e Pino Amendola, avevano prestato le loro voci ad altri personaggi dell’opera di Gianni Rodari come il  capitano Mezza Barba e ai Pastelli blu e verde.

Presentato alla Mostra del cinema di Venezia con grande successo di critica e pubblico, il film si aggiudicò il David di Donatello per le musiche, nel 1997, e due Nastri d'Argento.
Ora “La freccia azzurra” torna per farci rivivere vecchie e nuove emozioni.