Il Cinema è terapeutico: dalla Festa di Roma film in streaming al Gemelli

Una collaborazione importante: "Utile come strumento integrante della cura e del percorso riabilitativo nella sofferenza e nella fragilità"

Il Gemelli di Roma

Il Gemelli di Roma

GdS 6 ottobre 2020

Il cinema fa bene alla salute, e nemmeno il covid blocca questa pratica che viene dall’ ormai storica collaborazione tra MediCinema Italia, la Fondazione del Policlinico Universitario Gemelli e la Festa del Cinema di Roma giunta alla quindicesima edizione. Lo farà in questa occasione ospitando due film del programma ufficiale. Per questa edizione 2020 è stato deciso, "nel rispetto dei protocolli sanitari previsti per fronteggiare l'emergenza da Covid-19, che la visione dei film per i pazienti ricoverati saranno in streaming, riuscendo a mostrare le opere cinematografiche selezionate direttamente dai monitor tv presenti nelle stanze di degenza dell'ospedale".


La collaborazione con la Festa del Cinema di Roma "conferma l'importanza dell'utilizzo del cinema di qualità come strumento integrante della cura e del percorso riabilitativo nella sofferenza e nella fragilità", sottolinea il Policlinico Gemelli in una nota.


"Il Policlinico Gemelli, con la Sala MediCinema, è ormai una delle sedi abituali della Festa - commenta il direttore artistico della Festa del Cinema di Roma, Antonio Monda - un esempio originale e importante per tutti, che porta sollievo attraverso il cinema anche alle persone ricoverate negli ospedali. In un anno difficile, siamo felici di aver confermato questa parte del nostro programma riuscendo a mostrare in streaming alcuni importanti titoli della Festa".
"Nonostante il Covid siamo felici di poter proseguire la proficua collaborazione con la Festa del Cinema di Roma, importante manifestazione culturale ormai consolidata tra gli appuntamenti più significativi della città. Riusciremo anche quest'anno a portare il grande cinema ai degenti del Policlinico Gemelli grazie alle tecnologie che consentono di fa vedere i film selezionati dal catalogo ufficiale in ogni stanza dell'ospedale. Anche questa partecipazione dà concretezza al nostro obiettivo centrale di prendersi cura dei pazienti, accanto all'offerta delle migliori terapie, in tutte le loro dimensioni, anche in quella emozionale", conclude il direttore generale del Policlinico Gemelli Marco Elefanti.