Venezia: in diretta nelle sale la cerimonia e il film di apertura “Lacci”. Solo online biglietti per la mostra

Mercoledì 2 settembre per la prima volta le sale aderenti all’Anec proiettano l’avvio più il lungometraggio di Daniele Luchetti. Le info anti-Covid e il link per i biglietti

“Lacci” di Daniele Luchetti

“Lacci” di Daniele Luchetti

GdS 21 agosto 2020
Con le misure anti-Covid che impongono attenzione e restrizioni, si escogitano modi di compensazione. Così accade che la cerimonia di apertura della 77esima Mostra del cinema di Venezia, mercoledì 2 settembre in Sala Grande (Palazzo del Cinema, Lido di Venezia), verrà proiettata in diretta nelle sale cinematografiche del paese italiane grazie a un accorto della Biennale con l’Anec – Associazione Nazionale Esercenti Cinema, con la Rai e Rai Gold – Rai Movie e il supporto tecnologico di Cinemeccanica. All’appuntamento, condotto da Anna Foglietta, seguirà il film di apertura del festival, fuori concorso, “Lacci” di Daniele Luchetti. E anche il film verrà proiettato, in diretta, almeno nei cinema che aderiscono.

Altra novità per le misure anti-Covid: i biglietti si potranno acquistare solo online. Il calendario delle proiezioni è da oggi 21 agosto sul sito della Biennale. Che avverte: vengono applicate le misure anti-contagio. Con misurazione della temperatura (se avete più di 37,5 gradi non presentatevi), con obbligo di mascherine da indossare in sala, in coda, durante le proiezioni, nelle aree esterne.

Clicca qui per il sito della Biennale di Venezia

Clicca qui per il biglietti della Mostra del cinema

Scrive l’ente veneziano a proposito della cerimonia in diretta nei cinema: “Grazie alla disponibilità dei produttori e della casa di distribuzione, le sale aderenti all’iniziativa, previ accordi con 01 Distribution, proietteranno in contemporanea con la presentazione a Venezia Lacci”. Il film ha come interpreti Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno, Adriano Giannini, Linda Caridi.

“L’iniziativa senza precedenti – dichiara nel comunicato stampa il direttore della Mostra, Alberto Barbera – nasce dal desiderio di offrire un gesto di concreta solidarietà all’industria del cinema, così duramente colpita dalla crisi generata dal Coronavirus e, in particolare, all’esercizio cinematografico, elemento imprescindibile per la conoscenza, la fruizione e la circolazione dei film. Senza la visione collettiva che solo la sala può offrire nella sua compiutezza, verrebbe a mancare qualcosa di di essenziale e costitutivo della nostra esperienza di spettatori a cui non possiamo in alcun modo rinunciare”.

“Importante sarà il senso di responsabilità di chi ci seguirà dal 2 al 12 settembre rispettando le norme con coscienza, pazienza e con la consapevolezza di partecipare a qualcosa di molto importante non solo per la riuscita della Mostra – commenta il presidente della Biennale Roberto Ciccuto - Non poteva mancare in questo contesto un segnale forte di supporto alle sale cinematografiche. Grazie a chi ci ha proposto di portare nelle sale la cerimonia di apertura e a chi lo sta rendendo possibile”.

“Un segnale forte e straordinario in un momento così difficile per la ripartenza dell’industria del cinema, un contributo di grande solidarietà per la drammatica situazione in cui versano le sale cinematografiche, in Italia come nel resto del mondo, a causa dell’emergenza sanitaria”, commenta Mario Lorini, presidente dell’Anec.