Nanni Moretti e Wes Anderson, i film “mancati” di Cannes 2020

Fremaux esclude un’edizione autunnale alla Croisette e prevede collaborazioni con i festival di Venezia, Toronto e altri

Nanni Moretti a Cannes nel 2015

Nanni Moretti a Cannes nel 2015

GdS 12 maggio 2020
I film che Cannes avrebbe presentato non fosse arrivato il Coronavirus? Tra altri The French Dispatch di Wes Anderson, Tre Piani di Nanni Moretti e Soul di Pete Docter. Lo ha detto il delegato generale Thierry Fremaux che ieri ha definito quei lavori “fantastici” e ha aggiungo: Cannes 2020 edizione numero 73, ora saltata, non si terrà neppure in autunno: “Stando ad oggi, è difficile immaginare un'edizione “fisica” di Cannes 2020, così dovremo fare qualcosa di diverso”, ha detto in un’intervista a Screen International. E i film che erano ammessi in concorso alla Croisette? Se vanno in qualche altro festival “sarò molto contento per loro. La cosa più importante è che il più ampio numero di spettatori possa vederli”.

Fremaux prevede collaborazioni con i festival autunnali come Venezia, Toronto, Deauville, Angouleme, San Sebastian, New York, Busan in Corea del sud e il Lumière festival di Lione. Molto dipende anche dall’evoluzione del virus: “Sapremo di più a giugno”.

Fremaux dice di sperare che il prossimo anno il presidente della giuria sia Spike Lee dato che quest’anno non ha potuto svolgere il compito del quale si era detto entusiasta. Tra l’altro il suo nuovo film Da 5 Bloods era fuori concorso al festival prodotto da Netflix che, dopo polemiche di anni passati, tornava pur non in gara.