Con John Turturro ricompare l’incredibile Jesus Rolls Quintana

L’attore in sala con il giocatore di bowling e amici, spin off dal “Grande Lebowski” dei fratelli Coen. Anteprima alla Festa del cinema di Roma

John Turturro in Jesus Rolls Quintana oggi

John Turturro in Jesus Rolls Quintana oggi

GdS 15 ottobre 2019
Chi ha visto l’irresistibile capolavoro d’ironia e umorismo “Il grande Lebowski” dei fratelli Coen ricorderà bene Jesus Rolls-Quintana, il funambolico giocatore di bowling interpretato da John Turturro. L’attore lo riporta in pista, tutto vestito di viola, gran ballerino, e lo fa uscire di prigione in Jesus Rolls – Quintana è tornato, spin-off proprio del “Grande Lebowski”. Turturro è regista, sceneggiatore, protagonista e lo presenta in anteprima mondiale alla Festa del Cinema di Roma domani mercoledì 16 ottobre: è sold out, per cui è stata organizzata una replica alla Casa del Cinema alle 23. Il film esce nelle sale giovedì 17 distribuito da Europictures.

“Il film parla di spirito libero e generosità. Proprio come la commedia francese a cui è ispirato”, ha dichiarato alla stampa John Turturro riferendosi al film “I santissimi” di Bertrand Blier del 1974 tratto dal romanzo dello stesso regista Les Valseuses.
La commedia di Turturro riprende in parte il film di Blier che all’epoca fece un certo scalpore per il trio di disadattati che ne era protagonista. Qui sono Jesus, appena uscito di prigione, Petey (Bobby Cannavale), suo amico e gregario, e Marie, Audrey Tautou (Il favoloso mondo di Amelie), curiosa ragazza che sta con entrambi, ha avuto qualche centinaio di ragazzi, però è frigida.



Il Jesus Quintana di Turturro come quello dei Coen è interamente vestito di viola, con palla da bowling e unghia del mignolo in tono. Prima di lanciare la palla le dà una leccata porta fortuna. E fa sempre strike (butta giù tutti i birilli). Poi ballava Hotel California nella versione dei Gipsy Kings. Dal film del 1998 a oggi. Turturro ha avuto il via libera da Joel ed Ethan Coen, suoi amici, e ha convocato anche Susan Sarandon tra i protagonisti. Bizzarrie, idiosincrasie, amicizia, amori, pistolettate, l’attore italo – americano dai trailer si inserisce nella scia dei Coen. Ora alla prova del pubblico.