Alain Delon a Cannes ringrazia le donne (ed evita le polemiche)

L’attore ha pianto per la Palma d’oro alla carriera che considera un premio “alla fine della mia vita”. Gruppi di femministe avevano contestato il riconoscimento all'artista

Alain Delon

Alain Delon

GdS 21 maggio 2019
Alain Delon l’altra sera ha ricevuto dal Festival di Cannes la Palma d’oro alla carriera, l’83enne attore si è commosso visibilmente e ha pianto davanti al pubblico che gli tributava un applauso senza fine. Ma è venato d’amarezza il suo commento sull’aver letto il riconoscimento "come alla fine della mia carriera, alla fine della mia vita, un omaggio postumo”. La vecchiaia è per Delon “un periodo difficile, davvero duro”.

Accompagnato dalla figlia Anouchka dal quale ha ricevuto la Palma Delon ha voluto citare Mireille (Darc) e Rom (Schneider), i due suoi amori più importanti, ricorda Monica Vitti, Annie Girardot e dichiara "devo tutto alle donne, ho fatto questa carriera per loro". Una risposta forse alle polemiche delle femministe che hanno contestato il premio alla carriera a partire dall’associazione Women and Hollywood che aveva chiesto al Festival di non assegnare il premio a Delon perché lo ritiene misogino, sessista e razzista. L’attore non ha risposto alle polemiche.