Restaurato “Per un pugno di dollari”. Torna con un doc su Sergio Leone

A 30 anni dalla morte, il capolavoro western recuperato e un film sul regista dove parlano Morricone, Dario Argento e altri amici

Clint Eastwood in “Per un pugno di dollari”

Clint Eastwood in “Per un pugno di dollari”

GdS 26 aprile 2019
Trenta anni fa, il 30 aprile 1989, moriva Sergio Leone: non solo uno dei più grandi autori del cinema ma colui che ha creato un suo western, una sua narrazione dell’America, una sua lettura della storia italiana. Vanno pertanto nelle sale dal 29 aprile al 7 maggio la versione restaurata di “Per un pugno di dollari” e il documentario “Sergio Leone: cinema, cinema” di Carles Prats e Manel Mayol.

L’omaggio è presentato dalla società Viggo. Inizia a Torino al Multisala Massimo dal 29 aprile, prosegue a Milano dal 30 aprile al Cinema Beltrade, poi Firenze dal 7 maggio al Multisala Principe.

Con Clint Eastwood e Gian Maria Volontè “Per un pugno di dollari” del 1964 è un capolavoro. Hanno restaurato il film la Ripley’s Films e la Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia Csc con Unidis Jolly Film e Sky Cinema.

Il documentario “Sergio Leone: cinema, cinema” di Carles Prats e Manel Mayol raccoglie testimonianze inedite di amici e collaboratori del regista: da Tonino Delli Colli, Sergio Donati, Ennio Morricone, a Dario Argento, Fernando Di Leo, Florestano Vancini fino a Christopher Frayling e Luca Verdone.