"Bohemian Rhapsody" in Cina, tagliate scene e allusioni gay

Il film è stato ammesso e piace, ma con robuste sforbiciate alla sessualità di Freddie Mercury e all'Aids. Lo riferisce la Bbc

Rami Malek, Oscar come miglior attore protagonista di "Bohemian Rhapsody"

Rami Malek, Oscar come miglior attore protagonista di "Bohemian Rhapsody"

GdS 26 marzo 2019
La Cina ha permesso di proiettare nelle sale il film da Oscar "Bohemian Rhapsody" ma senza i riferimenti gay, alla sessualità di Freddie Mercury e all'Aids che sono stati censurati. Lo riferiscono Chris Bell e Kerry Allen della Bbc News e della Bbc Monitoring.

I giornalisti riferiscono che diversi minuti sono stati tagliati includendo le scene di due uomini che si baciano e quando viene pronunciata la parola "gay". Il che ha suscitato forti reazioni da parte di utenti che hanno pubblicato loro recensioni su Sina Weibo, la piattaforma cinese di microblogging paragonabile a Twitter. Al contempo, molti sono stati felici del fatto che il film abbia raggiunto la Cina e l'80% delle recensioni hanno dato cinque stelle su cinque al film.

Tra le parti tagliate, la scena in cui Freddie Mercury fa outing con la sua ragazza, un primo piano sui pantaloni all'altezza del sesso mentre canta, momenti con il partner Jim Hutton e tutta la sequenza in cui viene riproposto il video del 1984 per "I Want to Break Free" con i musicisti dei Queen in abiti femminili.