Così i fondamentalisti islamici reclutano combattenti in Europa: un doc

A Ferrara per il festival di Internazionale il documentario “Recruiting for Jihad”, inchiesta rivelatrice ma sequestrato in Norvegia

Un fotogramma da “Recruiting for Jihad”

Un fotogramma da “Recruiting for Jihad”

GdS 4 ottobre 2018

In che modo fondamentalisti islamici Norvegia, Svezia, Danimarca e Inghilterra reclutano combattenti per la “guerra santa”. Lo racconta il documentario investigativo norvegese “Recruiting for Jihad” che viene proiettato venerdì 5 ottobre a Ferrara alle 18 al cinema Boldini di Ferrara in prima visione italiana a “Mondovisioni – I Documentari di Internazionale”, rassegna di documentari su attualità, diritti umani e informazione curata da CineAgenzia in collaborazione con la rivista che ha il suo festival nella città estense appunto dal 5 fino al 7 ottobre.
Distribuito da Camera Distribuzioni Internazionali, firmato dal documentarista scandinavo Ulrik Imtiaz Rolfsen e dal giornalista Adel Khan Farook, Recruiting For Jihad racconta “le attività di un piccolo e agguerrito network di fondamentalisti islamici, rivelando come fa proseliti lo Stato islamico in Europa e a chi si rivolgono i reclutatori della guerra santa”.
“Per tre anni, l’estremista islamico norvegese Ubaydullah Hussain ha dato ai registi un accesso senza precedenti alla sua vita quotidiana e alla sua attività. Fino a quando, nell’aprile del 2017, è stato arrestato per aver arruolato volontari per conto del gruppo Stato islamico e organizzato il loro viaggio in Siria. La polizia ha sequestrato il materiale girato e per i due registi è cominciata una battaglia giudiziaria. E il film, nato per esplorare l’ideologia Jihadista, è diventato anche una riflessione sulla libertà di informazione”.
“L’obiettivo del film è giungere a comprendere chi siano le persone che reclutano i membri per organizzazioni terroristiche quale l’Isis, e come ci riescano, per capire come una sparuta minoranza di musulmani si siano radicalizzati, a dispetto di una maggioranza pacifica” ha dichiarato Adel Khan Farooq.
Dopo l’anteprima a Ferrara, il film andrà in varie città italiane ed è disponibile a noleggio fino all’estate 2019 tramite CineAgenzia (per informazioni: cineagenzia.it/mondovisioni).