Mantova omaggia Monica Vitti e lancia opere prime

Al Mantovafilmfest diretto da Mimmo Calopresti sei film con l’attrice e una giuria di giovani

Monica Vitti nell'Avventura

Monica Vitti nell'Avventura

GdS 21 agosto 2018

Da oggi martedì 21 alle 18 fino a sabato 26 Mantova è teatro del MantovaFilmFest, manifestazione diretta quest’anno da Mimmo Calopresti arrivata alla undicesima edizione. L’apertura è alle 18, nell'auditorium del Conservatorio Campiani, con la classica cerimonia di avvio seguita dal documentario "Torre Della Gabbia" sui restauri dell'edificio più alto della città lombarda. Tra le novità di questo 2018, oltre al direttore artistico, c’è la giuria giovani formata da ragazzi fra i 18 e i 35 anni che darà una menzione speciale a un film in gara nella sezione Opere prime.
Nella giornata di avvio al cinema Mignon Marcello Fonte, protagonista di incredibile bravura in “Dogman” di Matteo Garrone che ha Cannes ha meritato la Palma al miglior attore, incontra il pubblico alle 19. Tra gli altri ospiti arrivano Morgan, Gennaro Nunziante e Il terzo segreto di Satira, Filippo Timi.


Il tributo al cinema stavolta è a una delle attrici più complete, in grado di affrontare drammi esistenziali e commedie esilaranti con esiti magistrali: Monica Vitti. Sei u film scelti da Tatti Sanguineti: “L’avventura” di Michelangelo Antonioni, “La ragazza con la pistola” di Mario Monicelli, “Dramma della gelosia” di Ettore Scola (con Marcello Mastroianni e Giancarlo Giannini), “Noi donne siamo fatte così”, film a episodi di Dino Risi, “Teresa la ladra” di Carlo Di Palma. “L’anatra all’arancia” di Luciano Salce con Ugo Tognazzi.


Il sito del festival