Tarantino smentisce tutti: non sarà su Manson il mio nuovo film

Il soggetto sarà il 1969, non il criminale che istigò la strage in cui morì Sharon Tate, moglie di Roman Polanski. L'autore delle "Iene" cerca una casa di distribuzione dopo aver lasciato la Weinstein per lo scandalo delle molestie

Quentin Tarantino

Quentin Tarantino

GdS 14 novembre 2017

Il prossimo film di Quentin Tarantino non sarà su Charles Manson, il mandante del massacro nel 1969 nella casa di Roman Polansky a Los Angeles che provocò tra gli altri la morte di Sharon Tate incinta all’ottavo mese. Il regista ha precisato che il film sarà sull’anno 1969 e dove potrà comparire la storia del criminale responsabile di altri reati di aver guidato una specie di setta di fanatici. L’autore delle Iene e di Kill Bill ha rivelato il soggetto del prossimo lavoro a un incontro tra colleghi per The Beguiled di Sofia Coppola.


Tarantino sta anche cercando una nuova distribuzione internazionale dopo aver lasciato per lo scandalo sulle molestie sessuali la Weinstein Company, la società guidata da Harvey Weinstein e che aveva sostenuto i suoi film da Reservoir Dogs del 1992.


Stando alle voci web, il cast del film dovrebbe comprendere Margot Robbie nel ruolo di Sharon Tate, Brad Pitt, Samuel L. Jackson e Leonardo DiCaprio. Nel frattempo Tarantino ha in programma anche di sposarsi con la cantante israeliana Daniella Pick.