"Star Wars": Jack Thorne riscriverà l'Episodio IX dopo la morte di Carrie Fisher

Leia Organa non sarà sostituita da una copia digitale, così com'era stato fatto per Peter Cushing e la stessa Fisher da giovane in "Rogue One".

Carrie Fisher

Carrie Fisher

GdS 2 agosto 2017

Alla Lucasfilm/Disney non se la passano bene dietro le quinte di Star Wars Episodio IX. La morte di Carrie Fisher ha lasciato non solo un vuoto incolmabile in amici e colleghi ma anche nel copione dell'episodio finale della nuova trilogia, anche perché come è stato più volte dichiarato doveva essere un elemento importante per lo sviluppo della trama nel capitolo conclusivo. Il che avrebbe molto senso se ci pensa a Han Solo/Harrison Ford in Episodio VII e ciò che sembra accadrà a Luke Skywalker/Mark Hamill in Episodio VIII.

Ora il compito di riscrivere il copione di Star Wars Episodio IX, previsto in sala a maggio 2019, è stato affidato a Jack Thorne, autore della piece teatrale Harry Potter e la maledizione dell'erede. Ci voleva un occhio esterno che, dopo la prima bozza del regista Colin Trevorrow e del co-autore Derek Connolly,

Leia Organa non sarà sostituita da una copia digitale in Episodio IX, come dichiarato dalla produttrice Kathleen Kennedy, così com'era stato fatto per Peter Cushing e la stessa Fisher da giovane in Rogue One. Quindi Thorne dovrà dimostrare grande bravura di riscrittura, aspettiamo e vediamo cosa saprà inventarsi.