Due note attrici televisive nella setta degli orrori: schiavizzavano donne per traffico sessuale

Allison Mack e Nicki Clyne, note per i ruoli in 'Smalville' e 'Battlestar Galactica', sono state arrestate insieme al capo della setta, Keith Raniere

Allison Mack e Nicki Clyne

Allison Mack e Nicki Clyne

GdS 30 marzo 2018

Due note attrici televisive americane, Allison Mack e Nicki Clyne, note anche in Italia per i loro ruoli rispettivamente in 'Smalville' e 'Battlestar Galactica', sono state arrestate in quanto risulterebbero coinvolte in un giro d traffico sessuale: a quanto sembra, le due attrici farebbero entrambe parte di una setta, la NXIVM - pronunciata Nexium - con sede a New York, il cui fondatore Keith Raniere è stato da poco estradato dal Messico negli Stati Uniti con l'accusa di traffico di donne.


Le due attrici al momento dell'arresto si trovavano con il 'guru' Raniere. A quanto risulta, la Mack era addirittura a capo di una sezione femminile della setta, chiamata 'Dos' (Dominus obsequious sororium, 'padrone sulle schiave donne'), all'interno del quale le donne subivano il lavaggio del cervello, costrette a diete da fame, picchiate e costrette a reclutare a loro volta altre schiave. Alcune di loro venivano anche marchiate, con le lettere K R, iniziali di Raniere. 


La setta, che si definisce di 'auto-aiuto', era già finita nel mirino nel 2012 dopo alcune segnalazioni. Raniere ha negato ogni accusa.


 

commenti