Ultimo Cda per Campo Dall'Orto, in pole per la nomina: Maggioni e Dal Brocco

Il manager veneto dovrebbe comunicare la decisione di lasciare l'azienda, dopo aver rimesso il mandato nelle mani del ministro del Tesoro, Pier Carlo Padoan

Antonio Campo Dall'Orto

Antonio Campo Dall'Orto

GdS 31 maggio 2017

Attesa per domani, la riunione convocata dalla presidente Monica Maggioni, nella quale il manager veneto dovrebbe comunicare la decisione di lasciare l'azienda, dopo aver rimesso il mandato nelle mani del ministro del Tesoro, Pier Carlo Padoan. Ultimo consiglio di amministrazione dunque domani mattina per il direttore generale uscente della Rai Antonio Campo Dall'Orto. In consiglio si sta lavorando a una separazione non traumatica, dopo le frizioni dell'ultima riunione con la bocciatura del piano news messo a punto dallo stesso Campo Dall'Orto, che dopo qualche mese di riposo dovrebbe dedicarsi ad una nuova avventura professionale. Al cda spetterà prendere atto della risoluzione contrattuale, poi, una volta trovata l'intesa sul successore, sarà la presidente Maggioni a convocare una nuova riunione del cda che dovrà manifestare l'intendimento di nomina del nuovo dg, proponendo uno o una rosa di più nomi all'azionista. L'assemblea dei soci - che può essere convocata in via ordinaria entro 15 giorni, straordinaria entro 8 o totalitaria, con soci e sindaci, entro 48 ore - formulera' poi l'intesa sul nome del successore che verrà poi portato in cda. Secondo le indiscrezioni, potrebbe svolgersi in realtà tutto nel giro di 24 ore a metà della prossima settimana. La stretta finale sul nome, ai più alti livelli governativi e di partito, è attesa tra il fine settimana e lunedì. L'ipotesi interna resta privilegiata. In pole position ci sarebbero l'ad di Rai Cinema Paolo Dal Brocco e Claudio Cappon, che però in quanto pensionato non dovrebbe percepire stipendio. Entrambi godrebbero dell'appoggio della presidente, il cui parere non potra' che pesare nella partita. Non è escluso, neanche, che sia la stessa Maggioni ad assumere l'incarico di dg, con Marco Fortis, consigliere.