La resistenza al fascismo di Alekos, "l'uomo" di Oriana Fallaci

A Firenze in prima nazionale "La prigionia di Alekos" sul politico e poeta greco che si oppose ai Colonnelli e protagonista del libro della giornalista

"Prigionia di Alekos". Foto Filippo Manzini

"Prigionia di Alekos". Foto Filippo Manzini

GdS 10 febbraio 2018

Alexandros “Alekos” Panagulis è stato un coraggioso oppositore della dittatura fascista dei Colonnelli che schiacciarono la Grecia dal 1967 al 1974. Uomo politico, poeta, rivoluzionario vissuto dal 1939 al 1976, lo ha raccontato Oriana Fallaci nel libro “Un uomo”.


Alla lotta di Panagulis, e al ricorrere alla potenza dell’immaginazione e della creatività per resistere al carcere, alla tortura, alle privazioni, al terrore, alle umiliazioni dei militari è dedicato “Prigionia di Alekos” di Sergio Casesi, il testo vincitore del Premio Pergola per la nuova drammaturgia e che viene rappresentato in prima nazionale al Teatro Niccolini di Firenze dal 10 al 18 febbraio. Firma la regia Giancarlo Cauteruccio. I protagonisti sono Fulvio Cauteruccio (fratello del regista e attore di provata esperienza), Roberto Visconti, Domenico Cucinotta, Carlo Sciaccaluga, Francesco Argirò. Le musiche sono di Ivan Fedele. Lo spettacolo è prodotto dalla Fondazione Teatro della Toscana.


Info su www.teatrodellatoscana.it