Tentò di baciare due giornaliste, cacciato il capo redattore della radio pubblica americana

Michael Oreskes ha ammesso di avere molestato, negli anni '90, due ragazze che gli avevano chiesto consigli per la loro carriera giornalistica.

Mike Oreskes

Mike Oreskes

GdS 2 novembre 2017

Un altro esponente di primo piano dei media americani finisce in castigo, dopo essere stato accusato da due donne di averle molestate sessualmente. Si tratta di Michael Oreskes, capo redattore della radio nazionale Npr, che le due donne accusano di averle baciate senza il loro consenso. Ieri Oreskes è stato messo alla porta, in virtù di un provvedimento di licenziamento con effetto immediato per ''comportamento inappropriato''.
La decisione è arrivata dopo che ieri il Washington Post aveva pubblicato la testimonianza di due donne che hanno raccontato come il giornalista, negli anni '90, all'epoca capo dell'ufficio di Wasghinton del New York Times, le abbia baciate contro la loro volontà.
"Questa mattina ho chiesto a Mike Oreskes la sua dimissioni per un comportamento inappropriato" , ha spiegato il direttore di NPR, Jarl Mohn, che ha detto che la decisione è stata presa senza tentennamenti.
Da parte sua Oreskes ha fatto una ampia ammissione di responsabilità su quanto gli è stato contestato: ''Il mio comportamento è stato cattivo e non scusabile e ne accetto la piena responsabilità", ha aggiunto Oreskes.
Le due donne, che hanno chiesto l'anonimato, hanno detto al Washington Post che avevano chiesto di incontrare Oreskes per chiedergli consigli per la loro carriera e di essere assunte al New York Times . Cosa non accaduta per nessuna delle due.
Alla domanda sul perchè non avessero, allora, denunciato quanto accaduto la risposta di enrambe è stata la stessa linea: la paura di vedere la carriera compromessa e chiuse le porte del New York Times .
Ma il caso Weinstein, che ha provocato un'ondata di denunci molestie sessuali in tutto il mondo , ha spinto le donne a rendere pubblico il comportamento di Oreskes.