Lisa Batiashvili, violinista venuta dalla Georgia "adottata" da Pappano

E' la prima "artista in residence" dell'Accademia di Santa Cecilia. In concerto con il direttore a Roma suona Čajkovskij. E Rigillo voce recitante per Ennio Morricone

Antonio Pappano e Lisa Batiashvili con l'orchestra di Santa Cecilia

Antonio Pappano e Lisa Batiashvili con l'orchestra di Santa Cecilia

GdS 7 dicembre 2017

La violinista georgiana Lisa Batiashvili diretta da Antonio Pappano interpreta il Concerto per violino di Čajkovskij giovedì 7 dicembre alle 19.30 (repliche sabato 9 alle 18 e domenica 10 alle 18) nella Sala Santa Cecilia, all’Auditorium Parco della Musica a Roma. La giovane musicista sarà “artista in residence” di Santa Cecilia per la stagione in corso – novità assoluta per l’Accademia – e sarà presente quindi con continuità nella programmazione per un progetto artistico di più ampio respiro.


Per il New York Times “il suo tocco è splendido e la tecnica favolosa” e nel 2015 Batiashvili è stata eletta “Strumentista dell’anno” dalla rivista Musical America. Molto amata dal pubblico e dalla critica ma anche dai colleghi per il virtuosismo e la sensibilità artistica Lisa Batiashvili è una musicista particolare, che collabora con orchestre come la New York Philharmonic, i Berliner Philharmoniker e la London Symphony Orchestra.


 


Il programma della serata è completato dalla Sinfonia n. 8 “Incompiuta” di Schubert e da Voci dal Silenzio, scritto da Ennio Morricone sull’onda della tragedia dell’11 settembre, diventato nel tempo, come dice lo stesso compositore “canto per tutte le tragedie, per tutte le stragi del mondo”. Voce recitante nel brano di Morricone sarà Mariano Rigillo, uno dei protagonisti più autorevoli del teatro italiano.


I concerti dicembre sono dedicati al compositore e direttore d’orchestra Victor de Sabata (10 aprile 1892-11 dicembre 1967) in occasione dei 50 anni dalla scomparsa.