Violenza sessuale: annullato il processo contro Bill Cosby

Dopo oltre 50 ore di camera di consiglio la giuria non ha trovato l'accordo sul verdetto. Ora l'accusa potrebbe chiedere un nuovo processo

Bill Cosby

Bill Cosby

GdS 17 giugno 2017

Una caso clamoroso e con pochi precedenti: è stato annullato il processo contro l'attore americano Bill Cosby, dopo che la giuria non è riuscita ad arrivare a verdetto unanime su nessuno dei capi di imputazione in oltre 50 ore di camera di consiglio. L'attore comico, 79 anni, era sotto processo per violenza sessuale commessa nel 2004 contro Andrea Constand, 44 anni, allora direttrice della squadra di basket della Temple University di Filadelfia, dove Cosby era membro del consiglio di amministrazione.
All'annuncio dell'annullamento del processo, Bill Cosby non ha mostrato alcuna reazione. Reso famoso dalla serie televisiva "I Robinson" (1984-1992), l'attore ha rischiato fino a 30 anni di carcere. Il giudice Steven O'Neill ha precisato che rimane sotto inchiesta e libero su cauzione. Il pubblico ministerò può chiedere un nuovo processo e ha già annunciato che lo farà.
I legali di Cosby: ringraziamo tutti
Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno sostenuto Bill Cosby, che sono venuti qui per ascoltare la verita'". Lo hanno affermato i legali di Bill Cosby dopo che il giudice ha dichiarato il processo nullo. "E' un giorno importante, abbiamo lavorato duramente. Ringraziamo la giuria per il lavoro"
La moglie dell'attore: verità non distrutta
Un giudice arrogante, un'accusa ambiziosa, e media che brutalmente informazioni non vere solo per il gusto del sensazionalismo. Lo ha affermato Camille Cosby, la moglie di Bill Cosby, in un comunicato letto dai legali dell'attore fuori dal tribunale. "Sono grata ai giurati per aver rivisto le prove, che è il modo giusto di procedere. La verità puo' essere schiacciata ma non distrutta".