"La Carmencita". Il rosso Carmen non è più passione ma sangue

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, la Kinesis Contemporary dance company racconta il femminicidio attraverso la danza

Danza

Danza

GdS 9 novembre 2017

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, la Kinesis Contemporary dance company, ha deciso di dedicare un progetto a questo spaventoso tema, nella speranza di sensibilizzare il pubblico.


"La Carmencita" si propone di avvicinare, grazie ad un linguaggio universale come la danza, il pubblico di tutti i generi a questa problematica, spingendolo ad attivarsi in prima persona per la sua risoluzione: è uno spettacolo sul femminicidio, che prenderà luogo a Firenze, questo sabato 11 novembre, presso il Teatro il Palco. 


L'opera prende spunto dalla Carmen, donna appassionata ed innamorata del colore rosso: quante di noi potrebbero ritrovarsi in lei? Ma quello stesso colore rosso è anche simbolo di pericolo, di allarme: può essere associato al sangue, se il sentimento è distorto, deformato, lontano da quello che doveva essere inizialmente. 


Saranno questi i temi di cui si dibatterà, durante (attraverso teatralità e danza) e dopo lo spettacolo, nel corso di un dibattito al quale parteciperanno diversi ospiti, quali la Vicepresidente del Senato della Repubblica Rosa Maria Di Giorgi, Anna Picciolini dell'associazione Il Giardino dei Ciliegi, la dirigente scolastica dell'istituto Elsa Morante Laura Giannini, Maya Albano del Centro Lilith - Centro aiuto donna e Antonella Lombardo del Festival Armonia Fra i Popoli.