Cinquant'anni senza Vivian Leigh: l'indimenticabile Rossella O’Hara

L’anniversario della morte della attrice inglese è degno di essere ricordato dai cinefili, al pari di quello di Marilyn Monroe, ricorso pochi giorni fa, l’8 Agosto.

Vivian Leigh

Vivian Leigh

GdS 7 agosto 2017

L’8 luglio di quest’anno è ricorso uno degli anniversari che né il cinema, né tantomeno i suoi appassionati, potrebbero mai dimenticare: i cinquant’anni dalla morte di Vivian Leigh, attrice passata alla storia per aver interpretato degnamente Rossella O’Hara nel colossal drammatico diretto da Victor Fleming nel 1939, riadattamento cinematografico del romanzo di Margaret Mitchell ‘Gone with the wind’.
Il ruolo, molto ambito, sarebbe stato ottenuto da Vivian a discapito di attrici come Katharine Hepburn, Paulette Goddard, Norma Shearer, e le valse uno degli otto Oscar guadagnati dal film, divenuto un classico: ancora oggi è considerato uno dei pochissimi riadattamenti da grande schermo in grado di rendere pienamente la grandezza del romanzo da cui è tratto. Vivian Leigh proverà nuovamente tutto il suo talento nel 1951, avendo ottenuta la parte di Blanche duBois in ‘Un tram chiamato desiderio’ (Elia Kazan), recitando con Marlon Brando e guadagnandosi un secondo Oscar come miglior attrice protagonista. Insomma, l’anniversario della morte della attrice inglese Vivian è degno di essere ricordato dai cinefili, al pari di quello di Marilyn Monroe, ricorso pochi giorni fa.