Dinoia (Fice): giusto riconoscimento a Fuocoammare

Commenta così la decisione, da parte dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, di includere il film di Rosi nella cinquina che concorrerà agli Oscar

GdS 25 gennaio 2017
“L’inserimento di FUOCOAMMARE nella cinquina dei film candidati al Premio
Oscar come miglior documentario è una bellissima notizia per il cinema d’autore
italiano ed un giusto riconoscimento per un’opera poetica e di grande attualità”. Così il
presidente della FICE – Federazione Italiana Cinema d’Essai, Domenico Dinoia,
commenta la decisione, da parte dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences,
di includere il film di Gianfranco Rosi nella cinquina che concorrerà, il 26 febbraio,
alla conquista del prestigioso riconoscimento. “Dopo l'Orso d'oro vinto al Festival di
Berlino l’anno scorso - continua Dinoia -, il film di Rosi viene oggi consacrato anche
oltreoceano. Ed è la testimonianza, se ancora ce ne fosse bisogno, di quanto i film
d’essai siano elemento centrale all’interno della cinematografia mondiale”.