Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Ultime:


CINEMA

Arriva in sala "Un altro me", il film di Casazza sulla violenza di genere

I detenuti si raccontano, senza sconti, e il team di Giulini li guida, li ascolta, si scontra con le loro resistenze, discute al suo interno su come procedere con il lavoro.

Redazione1
martedì 11 aprile 2017 14:24

Locandina del film
Locandina del film

Era stato presentato in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre 2016, e premiato dal pubblico sia al Festival dei Popoli di Firenze che al Mese del Documentario.

Arriverà così nei cinema il 13 aprile, distribuito da Lab80, Una altro me, il film che Claudio Casazza ha girato durante un anno intero all'interno del carcere di Bollate insieme ad un gruppo di detenuti condannati per violenze sessuali e all'Unità di trattamento intensificato del team di criminologi guidato da Paolo Giulini. Quest'ultimi sono dei teraupeti impegnati in un progetto sperimentale di trattamento che lavorano per ridurre la possibilità che i detenuti, cosiddetti sex offenders colpevoli di reati sessuali, tornino a commettere lo stesso tipo di reato una volta scontata la propria pena.